Spese di spedizione gratuite per acquisti superiori a 80,00 €
Servizio clienti +39 080 902 39 98
Carrello
0,00
Spese di spedizione gratuite per acquisti superiori a 80,00 €
Carrello
0,00
Approfondimenti

APPROFONDIMENTI La potatura degli ulivi di Olio Ciccolella

L’ulivo caratterizza i paesaggi della Puglia da secoli e nonostante la sua “stazza” imponente e la sua resistenza alle condizioni climatiche più difficili, necessita di alcuni accorgimenti fondamentali per la sua crescita.
Uno di questi è la potatura.

 

Come ogni anno, finita la campagna olearia ed in coincidenza dell’arrivo della primavera i nostri ulivi si rifanno il look con…la potatura! La potatura permette all’ulivo di “respirare” consentendo all’albero di liberare il suo potenziale in vista della prossima produzione del frutto. La potatura ovviamente deve rispettare la pianta stessa, le sue esigenze fisiologiche e per questo è un’operazione che non si può improvvisare e bisogna avvalersi di personale specializzato.

La nostra potatura comincia a gennaio e finisce ad aprile, così da sancire il cambio delle stagioni in corso. Le tecniche di potatura cambiano in base alla varietà di ulivo (in Italia ne conosciamo 623) e a seconda della fase di vita dell’albero, del periodo e a seconda della zona di coltivazione. Questo momento è per noi è molto importante, per questo curiamo ogni pianta, ogni singolo ramo, ogni singolo tronco perché una potatura ben fatta permette di avere una buona raccolta, agevolata anche nelle operazioni in quanto l’ulivo è una pianta che tende a crescere verso l’alto. 

La potatura dell’ulivo dunque contribuisce a mantenere una produzione ottimale perché andando a sfoltire la chioma che è sempre cespugliosa con  diversi rami la pianta riceve abbastanza aria e luce per crescere più sana. Questo è uno degli aspetti fondamentali da adottare per ottenere un ottimo olio  extra vergine d’oliva. 

Ed è proprio in vista di un frutto sano, ricco di sostanze fenoliche e di tante microscopiche goccioline di olio, potiamo i nostri ulivi centenari cercando di:

    • Preservare la piena efficienza della chioma dell’albero
    • Razionalizzare la crescita e il numero delle ramificazioni a frutto, anche in base alla tecnica di raccolta utilizzata
    • Mantenere equilibrato il rapporto tra la superficie fogliare e il legno dell’albero
    • Consentire un’ottimale circolazione dell’aria ed esposizione della luce all’interno della chioma
    • Calmierare gli eccessivi produttivi, per evitare il fenomeno dell’alternanza della produzione

Buona potatura e Buon olio!